BISCOTTI E MIGNONS

CANNOLI SICILIANI e ironia da mamma

Bello essere andati in vacanza a luglio, bellissimo! Niente caos se non quello di bimbi e bimbetti in spiaggia con le loro famiglie urlanti (la mia compresa), niente confusione tipo “spostati che non ci stiamo” fra gli ombrelloni, nulla di lontanamente simile ad agosto sulla riviera … Eh già perché quando hai bimbi piccini ti sale la Mammite Ansiotica pure a te, e quindi con tuo marito inizi a pensare … “Mmm, ma amore ma se per evitare la confusione, la calca in spiaggia e la ressa in gelateria la sera, quest’anno facessimo le ferie a giugno o luglio e magari stiamo in Italia senza allontanarci troppo, si sa mai che i piccoli non stiano bene …” e lui che, stremato tra lavoro, capricci dei piccoli, le tue paranoie (che ci stavano proprio a pennello) ti dice “Mi sembra un’ottima idea!” e taglia corto così …

Ecco allora le tanto attese vacanze le avete prenotate a luglio – come volevi tu – e nelle Marche, in Italia  – sempre come volevi tu – e va tutto bene, poi arriva luglio, fai le vacanze (da esaurita perché con due nanetti di 3 anni uno e di 9 mesi l’altro te le raccomando le vacanze !!!!) torni, lavi e stiri come una forsennata e … aspetti AGOSTO ! Sì, aspetti agosto passando attraverso una canicola che nemmeno all’inferno, sì lo aspetti con desiderio perché agosto è agosto, sì lo aspetti con impazienza perché è il mese dei voli aerei, dei last minute, delle VACANZE … … … no un attimo … hai detto vacanze? Eh no cara, le vacanze le hai già fatte a luglio (come volevi tu) … le hai fatte in Italia (come volevi tu) e quindi … SDEEEENG !!!!

Ecco in breve la situazione attuale: vedi le foto dei tuoi amici e parenti, in spiaggia, a rinfrescarsi, mentre qui a casa i diavoli usciti dalla divina commedia si divertono a friggerti (Caronte, Lucifero e sti ca…….) osservi pure la brillantezza delle acque dei “loro mari” italiani e non, che in effetti ad agosto sembrano sempre più belle; vedi foto con sorrisi smaglianti (perché LORO sono abbronzati e i loro denti risaltano, e tu beh … diciamo che sei meno bianca del solito). Detto questo oltre che invidiarli profondamente, oltre che non esserci un cane in giro in città e quindi per te che in fondo ami il casino è una noia allucinante, oltre tutto il resto, cosa fai? Cerchi di distrarti guardando la tv (intendiamoci solo cartoni animati perchè con i piccoli …) oppure pensi di inventare il teletrasporto e intanto fai la solita scimmia urlatrice con i tuoi bimbi che te ne combinano di ogni! No, non è vita questa, non ad agosto! E allora se la montagna (IO) non va a maometto (AL MARE), SAPETE NO COME SI DICE…?! Sarà maometto che si inventerà qualcosa per andare alla mont … eh no, AL MARE!!!

PRINT HERE : CANNOLI SICILIANI

Vi rendo noto che per quanto riguarda gli involucri io mi sono limitata ad acquistarli al supermercato dato il poco tempo a disposizione e la mancanza dello strumento corretto per prepararli. Vi dico che li ho presi all’Esselunga e sono della ditta Pennisi (ho guardato, come sempre, la provenienza è c’è scritto Italy – CATANIA, sono siciliani doc per questo ho voluto provare questa marca piuttosto che altre!!!)  … sono eccezionali profumano di scorza di limone e zucchero! Se preferite invece non acquistarli al super, potete rivolgervi ad una pasticceria di fiducia o magari farli voi direttamente, so che non è complicato prepararli ma ci vuol pazienza sia a comporli che a far andar via da casa l’odore del fritto ihihihihihi !

Per decorarli basterà scegliere “i pasticci” che avete in casa o che più vi piacciono ed intingere le estremità dei cannoli delicatamente nelle polveri o nei dolcini che avrete scelto! Io avevo in casa della cannella, gocce di cioccolato fondente e i famosi funfetti (con i bambini d’altronde vanno tantissimo i colori !!), ma potete pensare anche a cacao amaro, granella di mandorle o pistacchi che sono tipici della sicilia, o ancora i più tradizionali canditi che però, personalmente, non amiamo a casa nostra! Una variante che mi sento di suggerirvi rispetto alla Crema di Ricotta è invece lo zucchero: io ho utilizzato classico zucchero semolato bianco, ma perché no (?!) possiamo pensare anche a dello zucchero a velo vanigliato (magari homemade !), regolandoci per la quantità direttamente pucciando un dito nella crema ed assaggiandola ad ogni aggiunta di zucchero (poco alla volta) fino ad ottenere il gusto che desideriamo; oppure utilizzando zucchero a velo non vanigliato e rendendo leggermente alcoolica la crema con dell’estratto di vaniglia.

Buone vacanze a tutti, e per chi come me resta a casa, STAY TUNED che ne vedremo delle belle !